Spuntano i giochi in affitto sul PlayStation Store

Aperto da BrunoB, 14 Marzo 2014, 07:00:47

Discussione precedente - Discussione successiva

BrunoB

Sarebbero collegati a PS Now, il servizio di streaming "derivato" da Gaikai.



Al momento però il servizio non è ancora attivo, ed il PS Now in generale è in beta testing nel solo Nord America.

Fonte:
http://www.vg247.com/2014/03/14/playstation-store-update-brings-non-functioning-rental-links-linked-to-ps-now-report/

fredrock

>

sickk

In un primo momento direi "era ora" in un secondo la domanda sorge spontanea (ci scriverebbi una imeil ma tanto sappio già che ne parlossi in puntata): questa cosa quanto è praticabile?
Di certo la vedo ardua per giochi appena usciti, considerando che la maggior parte dei suddessi dura meno di 10 ore...potrei sbagliarmi però non sembra peregrina come osservazione.
In secondo luogo...se non è per i giochi recenti...quelli vecchi si possono trovare magari allo stesso prezzo usato su gamestop...ergo questo è un modo per arginare l'usato e incamerare una fetta di mercato di gamestoppete!? Gamestoppete non si arrabbierà forte forte? Il digital download non l'ha ancora fatto arrabbiare forte forte perchè alla fine il costo di una copia digitale argina il problema...poi magari anche lo scaricarsi 70gb limita il problema....però con il noleggio le cose potrebbero cambiare agli occhi della catena di ladri furbastri nera e rossa

A voi l'ardua sentenza...

niccord

Anche a me l'idea piace, ma non penso sarà questo il futuro.
Secondo me in futuro ci saranno vari tipi di abbonamento digitale (mensile barra annuale) con relativa fascia di prezzo tipo: pezzente, borghese e ricc(hi)one. I pezzenti giocano a tutti i giochi vecchi che vogliono, i borghesi quelli usciti due mesi fa e i ricchi quelli usciti di recente.
Che ne dite?

Inviato dal mio Galaxy Nexus utilizzando Tapatalk


sickk

mmmm tre segmentazioni mi sembrano eccessive. Probabilmente, ammettendo che vada a finire così, si avranno i due estremi: pezzenti e ricconi. Consideriamo però pure che adesso le console hanno un forte nemico che è Valve. Si devono scontroare con un PC sempre più forte con un mercato che a volte esce con prezzi irrisori. Le console sopravvivono solo grazie al fatto che la maggior parte degli utenti non si vuole sbattere con il PC e vuole una cosa click&start. Ma Valve vuole riempire il divario tra PC e console...certo per ora le mosse che ha fatto non sembrano poi così forti...però....chissà..

niccord

I giocatori scelgono le console per i soliti validissimi motivi. Avere tutto il catalogo giochi disponibile quando si vuole abbraccerebbe perfettamente la filosofia click & start che dici tu. A me pare commercialmente una scelta molto valida.
Bisogna vedere se lo è anche per Sony o Microsoft.

sickk

Eh ma Valve vuole trasformare il PC in una console...è questo il vero nemico di Microsoft e Sony: giochi a poco prezzo e spesso anche con grafica migliore. Ora come ora le console non riescono più ad offrire grandi novità a livello tecnologico. Non riescono a diventare il fulcro del salotto anche se ci stanno provando in tutti i modi. E prima o poi Valve imbroccherà la via giusta per fregare tutti. Per ora sta "fallendo".

niccord

Valve sta "fallendo" perché non sta scendendo in campo con l'hardware: le console propongono hardware competitivo a relativamente basso prezzo e fanno ricavi coi servizi.
Le Steam box viste finora o sono pc di fascia bassa al prezzo di una console o sono buoni pc che costano più del doppio di una console.

Uscissero delle Steam box di Valve, vendute a prezzo di costo o quasi e più o meno allo stesso delle console, ucciderebbero il mercato. Toh..rimarrebbe qualche esclusiva decente per gli altri ma poco più.

Console war chiusa e tutti a casa.

Ps. Valve non ha mai spinto sulle esclusive Steam, ma chi ha detto che non lo farà in futuro?