Metacritic maggiore uguale vendite migliori? non sempre, secondo Ars Technica

Aperto da BrunoB, 24 Aprile 2014, 08:30:48

Discussione precedente - Discussione successiva

BrunoB

Ars Technica ha pubblicato un articolo in cui ha messo in correlazione il voto dei giochi su Metacritic e le loro vendite su Steam (usando la base di dati con cui è già stato svelato che il 37% dei giochi comprati su Steam manco viene avviato).



Questi i dati grezzi, mentre ecco lo stesso grafico con evidenziata la mediana delle vendite per ogni classe di punteggi:



Da notare che:

- la parte centrale mostra che i giochi che prendono dal 60 al 90 possono avere performance di vendita che vanno dalle 1.000 copie al milione e passa
- il grafico usa una scala logaritmica in verticale (notate che invece di 100, 200, 300... si va di 100, 1.000, 10.000...), se usasse una scala lineare sarebbe estremamente più schiacciato, ovvero così:



Dai dati si è anche visto che sopra il 90 in media si vendono almeno 100.000 copie, mentre le cose cominciano a precipitare sotto il 60:



Particolare il fatto anche che l'89 sembra un punteggio "maledetto", con i giochi che lo ricevono che vendono meno di quelli che prendono punteggi dall'80 all'88, secondo me perché l'89 è il tipico punteggio da "medaglia di legno" che si dà alle robe che "è intelligente ma non si impegna".

Per il resto ovviamente c'è da considerare tutta una serie di fattori esterni: alcuni giochi vendono estremamente bene su console e così così su PC (ad esempio gli NBA Live), poi ci sarebbe da mettere in conto il fattore prezzo (un indie in saldo a 1 euro magari lo si prende pure se ha un 60 di voto, un AAA a 40+ euro sarà più difficile da giustificare se non raggiunge neanche l'80), e così via.

Fonte:
http://arstechnica.com/gaming/2014/04/steam-gauge-do-strong-reviews-lead-to-stronger-sales-on-steam/