[FORUM] Tatuaggi e acquisti infelici

Aperto da lancil9, 6 Luglio 2014, 20:35:55

Discussione precedente - Discussione successiva

lancil9

6 Luglio 2014, 20:35:55 Ultima modifica: 7 Luglio 2014, 01:11:01 di BrunoB
Caro Dr. Manhattan,

Domanda numero uno: cosa pensi di questa brillante notizia http://lastampa.it/2014/07/04/multimedia/tecnologia/i-tatuatori-usa-fanno-causa-ai-videogame-2i0wuPcv2MZ1Tg5uncHebI/pagina.html? In pratica si dice che dei tatuatori vogliono denunciare i videogiochi perché nei corpi di alcuni personaggi (pagati sicuramente profumatamente per usare la loro immagine) ci sono i tatuaggi fatti da loro... Mirko, cosa ne pensi? se ci fosse un videogame con il Ghiottone, che ha pagato profumatamente la Marvel, tu li denunceresti lo stesso se usassero i tuoi disegni?

Domanda numero tre:
Se comprate un gioco, magari anche caro (diciamo dai 20 euro in su), vi sentite anche voi in obbligo di portarlo a termine, nonostante vi rendiate conto di star perdendo tempo, oppure siete disposti a lasciarlo perdere, accettando il fatto di aver buttato i vostri soldi nel cesso? (ovviamente discorso a parte andrebbe fatto per i millemila giochi comprati durante i saldi... quelli sono "beni di consumo emozionali".).

Cracked by Lancil9.


Mirco

Riguardo i videogiochi e la mia situazione in spiderman 2 (quello uscito da qualche mese) ci sono alcune mie copertine, purtroppo nel contratto standard per queste cose i diritti sull'uso dell'imagine non prevedono che io prenda soldi, posso fare quello che voglio con l'originale ma la riproduzione ecc son loro a decidere che farne.
A me sta cosa dei tatuatori pare un pò una cagata, nel senso che tocca tenere in mente parecchie cose,
1) originalità del disegno, cioè se uno ti chiede supermario e tu glielo fai allora dovresti anche  pagare i diritti a nintendo. ( e vi assicuro che i tatuaggi"originali" son veramente pochi 9 volte su 10 son collage di robe trovate in giro e rimontate.
2) visto che c'è di mezzo la persona a cui sono stati fatti, dovrebbe avere lui il diritto di decidere visto che ha pagato per un servizio e dopo quello che ci fà son cazzi suoi(come per la storia delle copertine di cui sopra)
3) se non vuoi che usano un tatuaggio creato da te fanno come su ufc e non lo mettono o lo sostituiscono, quindi che c'hai guadagnato a parte fare il cagacazzi?
Boh mi sembra una questione in cui 2 o 3 fanno gli artistoidi o provano a spillare dei soldi con qualche causa.
Poi magari ne sa qualcosa più di me chi ha fatto un tatuaggio o altro, sapete se vi fanno firmare qualcosa in cui si parla dell'immagine?
Proverò a informarmi.
Se non capisci ti faccio un disegno...

Nerone

7 Luglio 2014, 00:15:27 #2 Ultima modifica: 7 Luglio 2014, 00:18:33 di Nerone
C'è grande suspense per la domanda numero due :D

Riguardo i tatuaggi sono da controdenunciare visto che ricevono pubblicità extra gratis e invece scassano la ceppa.

fredrock

7 Luglio 2014, 15:27:58 #3 Ultima modifica: 8 Luglio 2014, 01:17:49 di fredrock
Io non compro un gioco sopra i venti euro da millenni. L'unico è stato SimCity5 al day1 (45€) pentito magari no ma un po' di bruciore di culo ce l'ho visto che è ancora ingiocabile. Comunque non scelgo il tempo da dedicare in base alla spesa: più che altro i platform del cazzo presi con gli humble bundle (tipo And Yet It Moves, Starseed Pilgrim e simili) gioco un paio di livelli e poi mi rompo subito i coglioni. E sono felice di aver speso venti centesimi.

Il punto è che spendo in modo omogeneo, io non vado mai sopra i venti euro, quindi non mi sento mai in obbligo di nulla, gioco e basta
>

sickk

Citazione di: Nerone il  7 Luglio 2014, 00:15:27
C'è grande suspense per la domanda numero due :D

Riguardo i tatuaggi sono da controdenunciare visto che ricevono pubblicità extra gratis e invece scassano la ceppa.

ma la domanda vera e propia...a qualcuno interessa il nome del tatuatore del giocatore X? Stiamo parlando davvero di pubblicità per questi tizi?

The Benso

Citazione di: fredrock il  7 Luglio 2014, 15:27:58
Il punto è che spendo in modo omogeneo, io non vado mai sopra i venti euro, quindi non mi sento mai in obbligo di nulla, gioco e basta

Potrei farti una proposta di matrimonio per questa frase  :-*

Se ne parlava nella puntata scorsa (insultandomi  ;D) con Mirco: quando non spendi troppo per un gioco non ti senti in obbligo di finirlo/platinarlo/apprezzarlo/difenderlo, e questa è una gran cosa. Meno paghi (pirateria esclusa) più ti godi il gioco, perchè, tanto per fare un esmpio, non senti di aver buttato i soldi se Guacamelee vorresti durasse 3 ore in più e invece finisce proprio sul più bello.
Sarò anche un mortale, ma non sarò mai comune

fredrock

Citazione di: The Benso il  8 Luglio 2014, 18:39:55
Meno paghi (pirateria esclusa) più ti godi il gioco

Io questo in realtà non sento di condividerlo. Invece condivido il "spendere tanto ti obbliga a difenderlo in tutti i modi" o, nel caso non risponda al nostro hype, ucciderlo in ogni modo. Ti rende estremo. Pagare il giusto, invece, che sia 5, 10 o 20 euro, ti permette di dedicargli il giusto tempo e le giuste attenzioni.
Insomma secondo me il prezzo dev'essere quello giusto, né troppo basso né troppo alto, solo così riesci ad estrarlo dal giudizio che dai sul gioco, che sia esso bello brutto o meh.

PS. secondo me Guacamelee non dura poco, anzi sto già ad 8 ore (cerco di collezionare anche un po') e comincio leggermente a stufarmi (nonostante sia bellissimo)

PPS. Davide ha rotto il cazzo di criticare giochi senza mai averli provati: Mass Effect 3 e Guacamelee in primis
>

The Benso

Il problema è definire il "prezzo giusto". Credo che un concetto molto personale.
Per me, sinceramente, il "prezzo giusto" è il più basso possibile  ;D
Sarò anche un mortale, ma non sarò mai comune