Ma i simulatori di volo?!?!?!?!?!?

Aperto da styx, 10 Maggio 2015, 00:01:55

Discussione precedente - Discussione successiva

styx

10 Maggio 2015, 00:01:55 Ultima modifica: 10 Maggio 2015, 11:04:29 di styx
Ok mi è presa la grafomania da pubblicazione sul blog. Se disturbo basta dirlo e io smetto.

Volevo affrontare un po' un genere che oggi come oggi è totalmente ignorato anche dalla comunità dei videogamers e figuriamoci dai publishers.
I simulatori di volo militari

Allora  dovete sapere che, quando io iniziai a videogiocare seriamente nel 1991, quando esisteva veramente la PC MASTER RACE, assolutamente niente e sottolineo NIENTE era più figo e spremeva più a fondo l'hardware dei simulatori di volo: Erano semplicemente i cavalieri dell'apocalisse dei videogiochi, praticamente gli unici giochi 3d prima che arrivasse il 3d. Oggi invece non esistono quasi più nel mercato mainstream  e le comunità supportano vecchi titoli o si rifugiano nelle produzioni russe (sono solo loro rimasti a farli).
I simulatori militari di oggi che io conosco sono
DCS world (simulati vari aerei moderni come a-10 f-15 su-27 elicotteri russi ecc in un ipotetico conflitto usa-russia in crimea)
Rise of flight (prima guerra mondiale bello ma mai provato anche per i costi che comporta)
il2 battle of stalingrad (seconda guerra mondiale dicono bello ma lontano dal capolavoro che fu il2 sturmovik del 2000 circa)
Altro almeno che io sappia non c'è o comunque è bellamente ignorato dai videogiocatori e seguito da sparute comunità di al massimo qualche centinaio di persone.

Negli anni '90 invece c'erano decine di titoli fantastici come f-19 stealth fighter, their finest hour, aces of the pacific, f-14 fleet defender, i capolavori della jane's (all'epoca sotto la EA  e poi chiusa) e tantissimi altri elencati in gran parte qua
http://www.index.migman.com/index.php/sw/air-combat/list-a-sort.

Insomma probabilmente non ve ne frega niente, ma esistiamo anche noi appassionati di flight sims e non riesco a capire perchè da razza padrona ci siamo sostanzialmente estinti facendo la fine dei dinosauri. Secondo me è veramente una domanda che da appassionati di videogiochi e di storia dei videogiochi bisogna farsi. Forse è una questione di costi? Penso che anche all'epoca sviluppare un sim fosse estremamente oneroso e che oggi con l'accelerazione hardware sia anche più semplice svilupparli rispetto all'epoca. Forse oggi non hanno mercato? Boh di ragazzini ex nerd cresciuti ce ne sono tanti forse più di quelli che all'epoca potevano essere realmente interessati a simulazioni come falcon 3.0 e sicuramente hanno più soldi da spendere.
Insomma di cause potrebbero essercene tante, ma secondo voi quali sono?

http://mostlyfilm.com/2011/07/27/air-con-the-death-of-flight-sims/ ho trovato anche questa analisi.

PS All'epoca i simulatori di volo erano veramente una gran cosa e ne usciva almeno uno al mese. Nel panorama dei videogiochi erano di peso sicuramente.