#FORUM: Il nuovo gioco di Igarashi

Aperto da styx, 12 Maggio 2015, 20:07:35

Discussione precedente - Discussione successiva

styx

Piccola provocazione
Premetto che non conosco direttamente la serie castlevania, ma mi sono informato parecchio guardando dei video sulla storia e leggengo articoli (punto doc di multiplayer e all your history belong to us ). Beh devo dire che sono abbastanza perplesso su come sta andando la campagna kickstarter ( 1 milione e mezzo in due giorni se va avanti così alla fine raccoglie 70 milioni e può fare un tripla a 3d). Posto che tutti possono spendere i propri soldi come vogliono (come dare 10000 dollari per farsi una serata con un game designer, nota bene che secondo rumor Aida Yespica chiedeva meno per fare sesso a Berlusconi), tutti sti soldi e sto casino per una idea fortemente conservativa (il metroidvania 2d) mi sembrano veramente troppi. Non è che alla fine certi progetti sono mere speculazioni, anche peggio di quelle che fanno le majors per i giochi in tripla a? E poi mi chiedo, possibile che si possa acquistare un titolo che ancora non esiste, in virtù di un nome (che all'epoca dei vecchi castlevania magari nessuno conosceva?) Inoltre, non è una dimostrazione di conservartorismo nostalgico, il fatto che i kickstarter di maggior successo ripropongano meccaniche di gioco in qualche modo superate? 

Tornando a bomba sul tema autoriale dei videogiochi. Per me questi sono il frutto di un lavoro collettivo ancora più dei film, tutti i team devono lavorare in armonia per fare bene e il producer gioca un ruolo ancor più fondamentale visto che le tecnologie  e il marketing sono molto più centrali che nel cinema (dove lo stesso regista è una sorta di manager dell'idea di fondo di un film e direttore di scena, mentre tanti altri aspetti possono o non possono essere direttamente controllati da lui). Possibile che gente come Kojima, Cliff Bezinski o tutti questi personaggi riemersi negli ultimi anni se la tirino così tanto manco fossero gli stanley kubrick dei videogiochi? Voi cosa avreste fatto nei panni di una compagnia in difficoltà a cui questo continuava a chiedere soldi senza garantire ritorni in virtù delle sue velleità? Come in tutte le cose ci vuole equilibrio.
Voglio dire alla fine consideriamo veramente un metal gear o un gears of war prodotti autoriali? A me sembrano almeno se confrontati con varia cinematografia (il media artistico più vicino ai vg almeno secondo me) dei meri prodotti commerciali il cui unico valore è la commerciabilità. Sarebbe stato interessante vedere la risposta che avrebbe dato kubrick o qualche altro grande autore di cinema (Truffaut , Antonioni, Fellini ecc ecc) all'idea di un seguito di un loro film.

styx

13 Maggio 2015, 02:04:07 #1 Ultima modifica: 13 Maggio 2015, 02:18:16 di styx

La mia non è una critica a tutto tondo dei progetti kicstarter, ma questo progetto ha raccolto 2 milioni in due giorni e tutti i siti di news ne hanno diffuso il verbo nel mondo in maniera virale. Forse arriverà a raccogliere più soldi di quanti ne servano (non credo che un gioco d'azione 2d possa arrivare a costare 10 milioni di dollari, ma magari sono ignorante io, o forse non ci arriverà, o forse saprà proporre contenuti che io non riesco ad immaginare). Qualche tempo fa c'era una news riguardo star citizen in cui un ex dipendente denunciava sperperi di denaro e inefficenze (in sostanza non saprebbero dove mettere i soldi). A me piacerebbe che i titoli di maggior successo su kickstarter fossero anche veicolo di innovazioni ardite (che i grossi publishers non si sentono di finanziare), ad esempio pillars of eternity propone alcune cose nuove (la struttura a "scelte" da librogame di alcune quest). Di fatto non sto neppure criticando Igarashi (ha chiesto una cifra ragionevolissima), ma forse un certo atteggiamento di superpompaggio di certi fenomeni da parte della comunità. Kickstarter resta una iniziativa lodevolissima e il modello per me dovrebbe essere espanso per me. E ben venga il metroidvania, magari un giorno arriverà anche un ottimo simulatore di volo militare  ;)

andmind

13 Maggio 2015, 13:07:53 #2 Ultima modifica: 13 Maggio 2015, 13:18:10 di andmind
Personalmente erano 20 anni che aspettavo un degno erede di Castlevania SOTN e a quanto pare non ero l'unico, quindi non mi meraviglia come stia andando il kickstarter di Igarashi sensei.
"il fatto che i kickstarter di maggior successo ripropongano meccaniche di gioco in qualche modo superate?"
please Styx go home (con affetto eh)


styx

13 Maggio 2015, 13:26:40 #3 Ultima modifica: 13 Maggio 2015, 13:30:16 di styx
Citazione di: andmind il 13 Maggio 2015, 13:07:53
Personalmente erano 20 anni che aspettavo un degno erede di Castlevania SOTN e a quanto pare non ero l'unico, quindi non mi meraviglia come stia andando il kickstarter di Igarashi sensei.
"il fatto che i kickstarter di maggior successo ripropongano meccaniche di gioco in qualche modo superate?"
please Styx go home (con affetto eh)

Un po' tutti si aspettavano una cosa del genere credo. Adesso mi pare che le acque si siano calmate un po' e non credo raggiungerà cifre spropositate.
Ma secondo voi esiste sul serio il videogame "d'autore"?

andmind

13 Maggio 2015, 13:28:49 #4 Ultima modifica: 13 Maggio 2015, 13:32:37 di andmind
Una curiosità Styx, ma riesci a leggere le risposte provenienti dal gruppo Facebook?

Comunque io no Styx, ormai avevo perso le speranze riguardo ad un ipotetico successore spirituale di Castlevania SOTN


styx

Citazione di: andmind il 13 Maggio 2015, 13:28:49
una curiosità Styx, ma riesci a leggere le risposte provenienti dal gruppo Facebook?

No, non uso facebook. Penso che siano rimandate sotto il blog.

andmind

a ok ottimo giusto per sapere ;) bravo segui il blog così non ti perdi le risposte degli altri