Game's Princess: le quote rosa che non mi piacciono

Aperto da fredrock, 7 Febbraio 2014, 00:59:46

Discussione precedente - Discussione successiva

fredrock

Vi scrivo queste due righe incazzato dopo aver ascoltato l'ultimo podcast di questo sito, a parer mio, insulso.
Secondo me le GP sono il perfetto esempio del successo immeritato, avuto perchè si cavalca l'onda del sessismo, del pink power e della figa-nerd che attira, quando invece mancano delle reali capacità e la conoscenza vera e propria della materia.
Leggendo un po' il loro sito e ascoltando i podcast ci si accorge abbastanza presto che sono 4 ragazze che hanno iniziato a giocare l'altro ieri, che si sono comprate l'iphone e il mac, e ora si divertono a farsi le foto su instagram mentre giocano all'ultimo giochino per ps4 mandato aggratis per recensirlo, ashtaggando selvaggiamente #geekgirl #nerdgirl #girlgamer per fare le fighe e far vedere che sono alternative e che anche le donne possono fare quelle cose nerdose e noiose come gli uomini <3<3<3.
Delle pseudo giornaliste che descrivono Resogun come "simile a quei giochini che c'erano una volta con le astronavine che sparano in orizzontale" o Rome Total War come "quei giochi dove giochi dall'alto e e fai le guerre", secondo me non meritano la considerazione e i privilegi che i giornalisti si beccano, come promo, inviti ad eventi, omaggi, gadget e quant'altro.
Il vecchio detto di Davide "ai giornalisti di vg manca la capacità di analisi" secondo me è anche troppo lusinghiero in questi casi, perchè manca proprio la conoscenza di base per parlare di un argomento, fermo restando che tanto sono i click al sito che contano e che rendono un giornalista tale.
Insomma a confronto preferirei leggere le notizie di Spaziogames tutto il giorno.

Al netto del potere della figa, voi che ne pensate?

>

The Benso

Io penso quello che ho detto nell'ultima puntata del podcast (la 77): il mondo dei videogiochi è fin troppo ermetico e il tuo atteggiamento ed il tuo post non fanno che peggiorare questo aspetto.
Per parlare dei videogiochi non bisogna necessariamente avere una conoscenza trentennale, per giocare non deve diventare obbligatorio avere il bollini di "gamer hardcore approved", per usare l'appellativo di giornalisti non è necessario esssere il guru del pixel.
Quando la smetteremo con questo comportamento del mazzo per cui solo i super appassionati sono degni di mettere le mani su un pad, l'industry ne beneficerà enormemente.

Fermo restando tutto questo, sono d'accordo con te quando sottolinei la loro conoscenza superficiale del medium, ma lì intervengono i gusti: se le apprezzi le ascolti, altrimenti no, ma loro rimangono libere di dire/fare/giocare/credere quello che vogliono, ed è giusto che sia così.
Sarò anche un mortale, ma non sarò mai comune

andmind

mmmm diciamo che non hai tutti i torti però cerchiamo di non fare tutta l'erba un fascio. secondo me anche tra le princess c'è gente n un minimo di competenza, poi per quanto riguarda il discorso "cavalcare l'onda del figa-power" potrebbe anche essere ma non comprendo tutto questo astio manco facessero milioni di click al giorno. mi urtano i nervi molto di più altri elementi dell'internet che parlano a sproposito e fanno i veri numeri


Babbre

Dai comunque non è vero che sono 0 in materia videoludica, qualcosa la capiscono e alcune di loro giocano abbastanza tempo, poi è ovvio che stanno sfruttando la figa per ottenere una visibilità che altrimenti non avrebbero avuto.

SimoneCognome

Io e il mio amic' Uiuuò siam nu puoc' ingazzat'! Ci piace tant' pure a nojo di aggiocare co gittìa perché se puozzon' ammazzare le persone come quelle vere!

A parte gli scherzi, da concorrente cerco di essere più attento nel rispondere. Io onestamente sono sempre contento di fronte al fatto che si aggiunga gente nel mondo dei podcast/giornalismo dei VG, del resto pure noi siamo arrivati senza blasone e nel tempo ci siamo fatti conoscere, poi chi ascolta si è fatto la sua idea.
Questo è il motivo principale per cui non sarò mai contro le princess. Per il resto, Fred, ti consiglio di scrivere a loro oltre che a noi, magari poi ti stupiscono!

Se vuoi parlare della mossa di marketing poi, fred riguardati il feed di iTunes ahahahah

blallo

Il problema per quanto mi riguarda non si pone: anche a me non piace il loro podcast, non lo ascolto e finisce lì.
Per quanto riguarda il seguito che hanno... boh, a me non sembra che facciano sti gran numeri. E non farti ingannare da pass, anteprime, eventi ecc... che tanto quelli ormai li danno a cani e porci.

prtruz

quoto in tutto e per tutto il conterraneo benso (pacca sulla spalla), sottolineando in particolare questo punto:

Citazione di: The Benso il  7 Febbraio 2014, 13:43:24
se le apprezzi le ascolti, altrimenti no, ma loro rimangono libere di dire/fare/giocare/credere quello che vogliono, ed è giusto che sia così.

uno dei grandi "problemi" del settore, imho, è dato proprio da questo elitismo da nerd... ci incazziamo se qualcuno ha osato avvicinarsi al giocattolino, nn comprendendolo appieno o semplicemente dandogli un significato diverso dal nostro??? ha osato tanto???
e poi gli sfigati sono quelli che hanno osato dare del giocattolino ad un giocattolo (cit. ad un altro post).... i veri "sfigati" (tra parentesi perchè non è inteso nel senso letterale del termine) siamo noi (intendo i videogiocatori in generale) secondo me (per i motivi appena detti)

ps. (adoro aprire parentesi)

fredrock

Citazione di: prtruz il  7 Febbraio 2014, 16:28:04
quoto in tutto e per tutto il conterraneo benso (pacca sulla spalla), sottolineando in particolare questo punto:

Citazione di: The Benso il  7 Febbraio 2014, 13:43:24
se le apprezzi le ascolti, altrimenti no, ma loro rimangono libere di dire/fare/giocare/credere quello che vogliono, ed è giusto che sia così.

uno dei grandi "problemi" del settore, imho, è dato proprio da questo elitismo da nerd... ci incazziamo se qualcuno ha osato avvicinarsi al giocattolino, nn comprendendolo appieno o semplicemente dandogli un significato diverso dal nostro??? ha osato tanto???
e poi gli sfigati sono quelli che hanno osato dare del giocattolino ad un giocattolo (cit. ad un altro post).... i veri "sfigati" (tra parentesi perchè non è inteso nel senso letterale del termine) siamo noi (intendo i videogiocatori in generale) secondo me (per i motivi appena detti)

ps. (adoro aprire parentesi)

In realtà non mi da fastidio farmi toccare il giocattolino (questa è travisabile), quanto atteggiarsi a esperte/giornaliste di argomenti che conoscono abbastanza poco e riuscendoci praticamente a mangiare... È un po' il discorso che faceva Davide con FaviJ, nessuno lo prende per giornalista, ma se aprisse un blog/sito probabilmente potrebbe diventarlo, di fatto, in un mese vista la notorietà.
Più gente parla di videogiochi meglio è secondo me, ma sfruttare la patonza per elevarsi a giornalisti mi sembra come usare "motherlode" in the sims"
>

fredrock

Citazione di: The Benso il  7 Febbraio 2014, 13:43:24
Io penso quello che ho detto nell'ultima puntata del podcast (la 77): il mondo dei videogiochi è fin troppo ermetico e il tuo atteggiamento ed il tuo post non fanno che peggiorare questo aspetto.
Per parlare dei videogiochi non bisogna necessariamente avere una conoscenza trentennale, per giocare non deve diventare obbligatorio avere il bollini di "gamer hardcore approved", per usare l'appellativo di giornalisti non è necessario esssere il guru del pixel.
Quando la smetteremo con questo comportamento del mazzo per cui solo i super appassionati sono degni di mettere le mani su un pad, l'industry ne beneficerà enormemente.

Fermo restando tutto questo, sono d'accordo con te quando sottolinei la loro conoscenza superficiale del medium, ma lì intervengono i gusti: se le apprezzi le ascolti, altrimenti no, ma loro rimangono libere di dire/fare/giocare/credere quello che vogliono, ed è giusto che sia così.

Mi sta benissimo quello che mi dici, io faccio un discorso di qualità però: anche i giornalisti dei tg sbagliano i congiuntivi e non riescono a pronunciare bene Kienge, sono giornalisti ok ma se dico che mi fanno cagare ne ho tutte le ragioni, il giornalista dovrebbe essere una figura quanto meno qualificata nel suo ruolo informativo
>

prtruz

Citazione di: fredrock il  7 Febbraio 2014, 17:17:41
In realtà non mi da fastidio farmi toccare il giocattolino (questa è travisabile), quanto atteggiarsi a esperte/giornaliste di argomenti che conoscono abbastanza poco e riuscendoci praticamente a mangiare... È un po' il discorso che faceva Davide con FaviJ, nessuno lo prende per giornalista, ma se aprisse un blog/sito probabilmente potrebbe diventarlo, di fatto, in un mese vista la notorietà.
Più gente parla di videogiochi meglio è secondo me, ma sfruttare la patonza per elevarsi a giornalisti mi sembra come usare "motherlode" in the sims"

Guarda, queste game princess in realtà sono esperte di videogiochi se le paragoni a tutta quella schiera di casalinghe (e non) che hanno comprato wii fit e compagnia (per fare un esempio anche scemo). E quello è il pubblico a cui puntano con il loro sito/blog. Non il pubblico di FreePlaying e/o dell'esperto.
Se desideriamo che più gente parli di videogiochi, dobbiamo anche aspettarci, in futuro, un aumento di questo tipo di "critica" che riesca a parlare potabile nei confronti di gente come "la tizia che non sa tenere in mano il joypad". E' inutile dire "guarda come si è ridotto il giornalismo videoludico" perchè questi siti non puntano a noi. E' più sensato prendersela coi vari multiplayer, spaziogames et simila che si presume siano rivolti a quelli che oggi si definiscono gli hardecoregheimersss :)
Detto questo, non fraintendermi... Ognuno è libero di avercela con chi cazz gli pare e piace... anche a me c'è un sacco di gente che mi sta sul cazzo senza conoscerla e per futili motivi (che poi ognuno mette nella categoria del futile cose diverse) :D
La cosa di cui non mi capacito è: se non vi piacciono e vi stanno sul cazzo, perchè le seguite/ascoltate/vedete??? :D


fredrock

Citazione di: prtruz il  7 Febbraio 2014, 17:42:19
Citazione di: fredrock il  7 Febbraio 2014, 17:17:41
In realtà non mi da fastidio farmi toccare il giocattolino (questa è travisabile), quanto atteggiarsi a esperte/giornaliste di argomenti che conoscono abbastanza poco e riuscendoci praticamente a mangiare... È un po' il discorso che faceva Davide con FaviJ, nessuno lo prende per giornalista, ma se aprisse un blog/sito probabilmente potrebbe diventarlo, di fatto, in un mese vista la notorietà.
Più gente parla di videogiochi meglio è secondo me, ma sfruttare la patonza per elevarsi a giornalisti mi sembra come usare "motherlode" in the sims"

Guarda, queste game princess in realtà sono esperte di videogiochi se le paragoni a tutta quella schiera di casalinghe (e non) che hanno comprato wii fit e compagnia (per fare un esempio anche scemo). E quello è il pubblico a cui puntano con il loro sito/blog. Non il pubblico di FreePlaying e/o dell'esperto.
Se desideriamo che più gente parli di videogiochi, dobbiamo anche aspettarci, in futuro, un aumento di questo tipo di "critica" che riesca a parlare potabile nei confronti di gente come "la tizia che non sa tenere in mano il joypad". E' inutile dire "guarda come si è ridotto il giornalismo videoludico" perchè questi siti non puntano a noi. E' più sensato prendersela coi vari multiplayer, spaziogames et simila che si presume siano rivolti a quelli che oggi si definiscono gli hardecoregheimersss :)
Detto questo, non fraintendermi... Ognuno è libero di avercela con chi cazz gli pare e piace... anche a me c'è un sacco di gente che mi sta sul cazzo senza conoscerla e per futili motivi (che poi ognuno mette nella categoria del futile cose diverse) :D
La cosa di cui non mi capacito è: se non vi piacciono e vi stanno sul cazzo, perchè le seguite/ascoltate/vedete??? :D

Per curiosità più che altro, alla fine son simpatiche, ma piano piano le ho abbandonate (qualcuno ricorderà il mio sclero su thegamefathers, purtroppo non riesco a tacere quando si dicono merdate :) )
>

fredrock

Comunque siamo finiti OT
Quello che volevo esprimere nel primo post era che mi sta sulle palle il cavalcare l'onda del femminismo per fare i click invece della bravura.
Per me è più sessista e degradante far vedere il ds vicino ai piedini carini su Instagram piuttosto che leggere un articolo su multiplayer a firma "Giovanna"  ("brava giovanna").
Il fatto della preparazione dei giornalisti alla fine è un discorso più ampio perché alla fine sono tanti i siti di merda e non volevo discutere di questo inizialmente

Inviato dal mio LT22i utilizzando Tapatalk

>

Nerone

fred sono d'accordo con te però bisognerebbe analizzare il concetto di bravura
in un ambito magari poco noto, come lo erano un tempo i vg, se qualcuno ne ha ampliato il bacino d'utenza si può dire che è stato bravo

se sei capace e, grazie al fatto che hai studiato ti dimostri preparato, hai tutta la mia stima per due ragioni
1) perché hai fatto il bene di quel settore
2) perché possiedi delle conoscenze che ti fanno emergere dalla massa
ed é questo tipo di persone che vorremmo tutti vedere nei canali di informazione

se però sei un po' paraculo e compensi una certa mancanza di preparazione con "carisma" e scenette varie mi stai già meno simpatico anche se porti nuova gente

fred ora sono curioso riguardo il tuo sclero riguardo gamefathers :D

ps. ho appena visto il mio primo video di favij e già ho voglia di inzupparlo in un barile d'acido xD

Babbre

Ma smettetela di mettere in discussione le princess ed andate ad ascoltare il nuovo podcast dove Marina parla del museo del sesso di New York, dildo che usa Fjona e altro ancora  ;)
http://www.techprincess.it/tech-life/tech-princess-talk-1-sex-and-the-city/



The Benso

aggiungo solo che, se si parla di usare la patonza in modo illegittimo per farsi pubblicità, io sono contento :D

cioè, se, per dire, Zeb avesse una ragazza figa e la mostrasse in abiti succinti nei suoi video dove dice le sue solite cazzate, io il video me lo guarderei pure. A volume zero, ma me lo guarderei.

Chi sono io per dire "non sfruttate la patata?"
Sarò anche un mortale, ma non sarò mai comune