Autore Topic: [FACEBOOK] La stampa ignora i blockbuster per bambini  (Letto 2355 volte)

Offline BrunoB

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3587
    • Raptr
    • Trakt
    • Facebook
    • Twitter
    • Google Plus
    • YouTube
    • Steam
    • Skype
    • Xbox Live
    • PSN
    • SoundCloud
    • Mostra profilo
    • Free Playing
[FACEBOOK] La stampa ignora i blockbuster per bambini
« il: Febbraio 17, 2014, 07:33:53 pm »
Ci scrive Fleym su Facebook:

Citazione
Ciao ragazzuoli,
grazie per aver risposto alla mia domanda nell'ultima puntata pubblicata. Però ho notato che anche voi tendete a dividere il mercato videoludico in due parti, i "giocatori veri" e i "casual", dimenticando un terzo grandissimo pubblico: i bambini.
Prodotti come le trasposizioni di cartoni animati e film che pur non facendo numeri clamorosi, portano enormi guadagni visti i limitati costi di sviluppo e promozione. In fondo il gioco di Harry Potter lo promuove il film, il gioco dei Mini Pony il cartone animato,ecc.
Eppure le recensioni latitano, partendo dal presupposto che tutto il budget è stato speso per la licenza. I "giocatori veri" li ignorano partendo dal presupposto che sono di qualità infima e mal concepiti. E quando ci sono, come nel caso de "i Cavalieri dello Zodiaco" giudicano il prodotto come se il target di riferimento fossero i fan di Call of Duty e non i fan di Kurumada.
Questa cecità volontaria di massa continua anche di fronte a successi a nove zeri come Skylanders, ai vari Wonderbook o ai titoli Kinect.