Autore Topic: I videogiochi valgono meno degli altri media? La provocazione di Extra Credits  (Letto 3111 volte)

Offline BrunoB

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3587
    • Raptr
    • Trakt
    • Facebook
    • Twitter
    • Google Plus
    • YouTube
    • Steam
    • Skype
    • Xbox Live
    • PSN
    • SoundCloud
    • Mostra profilo
    • Free Playing
In questo video si riflette sul fatto che molte persone (almeno tra quelle che conosce l'autore del video) non ricordano i dettagli di ciò che giocano.

Magari ricordano tutti i dettagli di un telefilm di quart'ordine, ma di un videogioco ricordano solo qualche sprazzo, un boss finale, un momento particolare nel multiplayer, immerso apparentemente in un abisso di nulla.


Nel video ci si chiede se non sia l'interattività a distrarre dai contenuti, ma in realtà anche chiedendo a musicisti specializzati in improvvisazioni ha ricevuto resoconti molto più dettagliati di quelli del videogiocatore medio.

Per questo ci si chiede se i videogiochi, almeno per come sono oggi, non siano forse davvero privi di valore, non degni di essere ricordati.

L'opinione è che, com'è stato per i fumetti, ci sia bisogno di una crescita reciproca di autori e fruitori (come esempi fa Watchmen e simili) che permetta al medium di crescere tutto.

C'è anche una video-risposta di Idea Channel...


...che però non ho ancora visto, per cui magari ci ritornerò in seguito.

In conclusione comunque la riflessione è interessante, anche se forse un po' troppo "artsy", per così dire. Magari ci penso e ci scrivo qualche altra riga più in là.

Fonte:
http://www.reddit.com/r/truegaming/comments/2kdv1y/a_contradicting_opinion_on_extra_credits_video/
« Ultima modifica: Ottobre 27, 2014, 01:15:00 pm da BrunoB »