Autore Topic: Un'altra developer costretta a lasciar casa a causa delle minacce ricevute  (Letto 3197 volte)

Offline BrunoB

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3587
    • Raptr
    • Trakt
    • Facebook
    • Twitter
    • Google Plus
    • YouTube
    • Steam
    • Skype
    • Xbox Live
    • PSN
    • SoundCloud
    • Mostra profilo
    • Free Playing
Brianna Wu, creatrice del gioco mobile Revolution 60, è stata costretta a lasciar casa assieme al marito dopo che un tizio del #GamerGate ha pubblicato il suo indirizzo dopo una pioggia di insulti e minacce di morte:


Il merdone è scoppiato dopo che lei si era espressa a supporto delle donne (dove come e perché l'articolo originale non lo dice). Ovviamente c'è stato chi ha detto che s'è inventato tutto lei per delegittimare il #GamerGate, e boh? chissà dove sta la verità.

Link:
http://venturebeat.com/2014/10/10/game-developer-brianna-wu-leaves-home-after-receiving-death-threats-for-speaking-out-in-support-of-women/


Il problema è anche che non ci sono leggi adatte a contrastare questi fenomeni. Proprio oggi slashdot ha dedicato un post alla storia di Kathy Sierra, un'esperta di Java che nel 2007 si ritirò dalla scena pubblica dopo aver ricevuto minacce varie da un troll che alla fine, anche lui, pubblicò il suo indirizzo di casa.

Link:
http://tech.slashdot.org/story/14/10/10/1228237/why-the-trolls-will-always-win

Oggi il troll si sa chi è, ma legalmente non si può fare niente contro di lui perché "non è reato ripubblicare informazioni disponibili pubblicamente" e "non è reato essere stronzi". Lui, tanto per non smentirsi, ha pubblicato questo sul suo blog:

Citazione
Yesterday Kathy Sierra (a.k.a. seriouspony), a mentally ill woman, continued to accuse me on her blog of leading some sort of harassment campaign against her by dropping her dox (information related to identify and location) on the Internet. ... Kathy Sierra has for years acted like a toddler, throwing tantrums and making demands whenever things didn't go her way. She rejects any presentation of polite criticism or presentation of evidence as some sort of assault on her. She was the blueprint for women like Zoe Quinn and Anita Sarkeesian, who also feign victimhood for financial and social gain. Kathy Sierra is the epitome of what is wrong with my community. She had something coming to her and by the standards set by her own peers in the social justice community, there was nothing wrong with what she got.

Tra doxxing e swatting in America stanno (come al solito) inguaiati. A meno che (come direbbe kein pfusch) non sia tutta una manovra per spingere verso controlli più restrittivi su internet...

Offline mrKaizen

  • Full Member
  • ***
  • Post: 112
  • Indie dev di TheShortAndThaTall
    • Facebook
    • Twitter
    • Google Plus
    • YouTube
    • DeviantArt
    • Steam
    • Mostra profilo
    • TheShortAndTheTall
Re:Un'altra developer costretta a lasciar casa a causa delle minacce ricevute
« Risposta #1 il: Ottobre 11, 2014, 11:56:51 pm »
Ehi figata.  :(

Che poi in mail mi son beccato anche io un paio di "burn in hellW, "die..." in diverse salse e un BELLISSIMO "slap my vagina" ma da un ragazzo quindi non ha portato a nulla di buono.

Cmq bbbella l'internet. :|
mrKaizen > ALberto Doriguzzi Bozzo

Indie dev di TheShortAndTheTall

Al lavoro su:
The Body Changer
http://effingdead.com/   e    http://colossusescape.com/