login

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - Fleym

Pagine: [1] 2
1
Ragazzuoli una riflessione per la puntata di domenica che nasce da due notizie: gli americani che sbroccano per Diablo mobile, capitolo pensato palesemente per il mercato cinese, e Steam che fa salti mortali per prendere quote di mercato in Cina, e ringrazio Matteo Lupetti per le informazioni.

Dalla settima generazione gli USA sono diventati il primo mercato surclassando il Giappone dopo 20 anni di dominio incontrastato, per cui tutto il pubblico USA post 2008 è abituato ad una predominanza di prodotti che hanno come riferimento unico la loro mentalità, i loro gusti e le loro contraddizioni politicamente corrette.

A dire che le cose sono cambiate e gli americani SONO in seconda posizione dietro ai cinesi non è qualche blogger complottaro della sbora, ma lo sviluppatore americano con i maggiori ricavi al mondo, proprietà del publisher americano con la maggiore capitalizzazione azionaria al mondo con uno dei loro prodotti di punta.

In aggiunta a ciò la cinese Tencent possiede il primo store online cinese, WeGame, che ha 200 milioni di utenti in patria (più del totale mondiale di Steam), Riot Games, ovvero League of Legends, Supercell, quelli di Clash of Clans, quote di Activision Blizzard ed Epic, il che teoricamente potrebbe portare alla creazione di una piattaforma che li riunisce.

Siamo sicuri che tutto l'astio alla BlizzCon nasca perché hanno presentato un Diablo mobile e non perché ha detto ai fan più hardcore che sono diventati una seconda scelta? Esattamente quello che hanno fatto i Metallica con Load: non è solo un disco che fa schifo alla merda dei lebbrosi, ma un insulto a tutti coloro che li hanno supportati.

Quali saranno le conseguenze secondo voi nei contenuti?

Cioè noi europei siamo esterofili, quindi non ci facciamo tante seghe mentali sulla provenienza dei prodotti se sono di qualità alta; i giapponesi sono autarchici, hanno un rapporto di odio/amore con gli americani e un odio atavico verso i cinesi che continua da oltre mille anni...

Ma gli americani? Come reagiranno al doversi immedesimare in un'altra e specifica etnia? A dover vedere ridimensionati gli aspetti "socialmente impegnati" o politicamente corretti per non perdere il primo mercato? Torneranno a fare versioni localizzate dove ci saranno da un lato, anche per gli europei, marines, patriottismo patriottante, quote rosa/nere/gay/vegane, e dall'altro, contenuti che seguano le direttive di Pechino? Il che è relativamente facile per progetti piccoli o medi, ma per quelli più grandi?

Infine un GTA, un RDR, TES o Fallout avrebbero lo stesso appeal se ambientati a Pechino, Hong Kong, o durante la Guerra dei Tre Regni?

2
Ciao ragazzuoli,
mi era venuta voglia di ascoltare qualcosa in italiano invece del solito Heavy Metal in inglese.
Grazie ai servizi in streaming provo i Nomadi e parte la combo "Salvador", da cui ho parafrasato il titolo della mail, "Primavera di Praga", "Auschwitz" e "Canzone per un amica per i nostri amici morti con un piesse: siete sempre con noi". Ricordo quindi perché avevo smesso di ascoltarli nonostante siano persone simpatiche e passo ad altro. Le canzoni d'amore nella quasi totalità sono lagne tristi su un passato bellissimo che è finito, i cantautori impegnati sono sempre lì sui grandi problemi del mondo mentre la gggente onesta che lavora non arriva a fine mese ignorati da tutti.
Ma qualcosa di allegro, di felice, su un presente gioioso esiste? Se si, sembra sia solo "Lo Zecchino d'Oro". Certo c'è il grande poeta del '900: Mauro Repetto, ma poi arriva l'inutile Pezzali che sa scrivere solo pezzi malinconici sugli anni d'oro al Celebrità.
Cerco qualcosa di felice, non di divertente alla Elio o Nanowar, tanto meno l'odioso tristemente divertente politicamente impegnato alla Caparezza.
Voi cosa mi consigliate? Se non vi viene niente in mente di italico mi arrendo e resto sull'inglese, basta che sia la melodia ad essere gioiosa, tipo pezzo a caso dei Freedom Call

Vi ringrazio per le divertenti puntate e continuate così!

3
Ciao ragazzuoli,
avete presente i cospirazionisti? Si dividono in due categorie: gli svantaggiati convinti che ci credono e quelli che ci guadagnano scrivendo libri, facendo serate, ecc.
Ora cosa di meglio di un bel complotto per vendere un pò di ciarpame e arricchire Free Playing?
In questi giorni, a casa con vomito e diarrea, manco avessi visto Donnie Darko, ero sul gabinetto è ho avuto l'Epifania! Ragazzuoli si diventa ricchi!
Quando caghiamo lo facciamo nel cesso giusto? Però i nostri nonni, quando ciera 56, no: andavano in giardino e concimavano i campi.
Il contadino mangiava una mela e cagava sotto il melo. Equo, solidale, a kilometraggio zero
Oggi è costretto a comprare il fertilizzante dalla Monsanto, che è ebrea, di proprietà della malvagissima ebraica Bayer, che  possiede Ideal Standard e controlla le aziende dei pozzi neri... In pratica ci rubano la nostra cacca per poi venderla al contadino e fatturare miliardi!
Dobbiamo combattere contro questa ingiustizia!!uno!
Avete idea di quanti posti di lavoro si potrebbero creare per raccogliere le cacca e portarla nei campi? Tra cui il "sommelier della merda" che distingue tra quella più adatta per mele, zucchine e pomodori!
Adesso resta solo da trovare un definizione al massimo di tre parole altrimenti i mongoldoni non capiscono e si parte:25€ il libro, 15€ il comizio e si faranno i fantastliardi!!


Quando sarete ricchi ricordatevi di me,
Fleym

4
La posta del cuore di Simone / Bollito misto di bolliti 2
« il: Marzo 21, 2016, 04:41:51 pm »
Ciao ragazzuoli di Friiiiiiiiiplein,
anni fa scrissi una mail ad Arsludicast che generò la puntata "Bollito misto di bolliti", ripropongo a voi la stessa domanda:ovvero quali sono i nomi che contavano tantissimo nell'industria, imponendo trend, stili e gameplay ma oggi non se li fila più nessuno?
Io ne avrei due il cui tonfo ormai passa inosservato: Epic e Cryteck.
Entrambe proponevano motori al top della tecnologia, spinsero Xbox 360 e Pc a nuovi livelli; entrambi erano garanzia di effetti che altri faticavano ad implementare; entrambe costavano un botto e i piccoli studi non se li potevano permettere. Unreal Engine 4 ha "dettato" a Sony e Microsoft le specifiche minime per le console NexGen.
Oggi stanno diventando illustri sconosciuti: i grandi studi usano motori proprietari o se lo usano come Street Fighter V e Tekken 7 non viene pubblicizzato come un valore aggiunto; quelli piccoli hanno scelto da anni alternative economiche come Unity; ma soprattutto se Nintendo NX farà girare o meno Unreal 4 e Cry 5 fa meno notizia di un rutto a una gara di rutti.
Voi che ne pensate e che nomi avete in lista.

p.s. Tomunobu Itagaki lo eslcudiamo: è troppo vincere facile.

5
La posta del cuore di Simone / Hero on Video
« il: Agosto 02, 2015, 07:54:26 pm »
Ciao ragazzuoli,
qui nel veneziano molti Gamestop stanno smettendo totalmente di vendere videogiochi per puntare solo sul merchandising di pupazzi, magliette, borse, felpe,ecc. Parallelamente supermercati, centri commerciali, Sme, Unieuro, Mediaworld Feltrinelli stanno ridimensionando se non dismettendo il reparto. Forse è limitato alla mia zona.
Ma se è così in tutta Italia credete si arriverà ad una situazione come per i fumetti Marvel o Batman? Vendono vagonate di oggettistica a persone che non hanno mai letto un albo, rendendo i fumetti un business secondario.
Grazie per lo spazio dedicatomi.


6
La posta del cuore di Simone / A Rockstar in a Freak Show
« il: Luglio 19, 2015, 12:05:57 pm »
Ciao ragazzuoli di Friplein,
Vi pongo una domandina nata da una discussione tra i figueiri su Devil's Third.
Molti pongono stima e fiducia in Iatagaki per quello che ha fatto in passato. Altrettanto per Suda 51, Mikami, Kamiya, Kojima,ecc.
Eppure da almeno 15 anni i team sono così grandi che il singolo non fa più la differenza.
Si dice quindi che sono più o meno come i registi cinematografici: danno una loro impronta autoriale, un tocco personale, scelgono lo staff,ecc. Ok, però per contro delle figure chiave di titoli occidentali come Uncharted o GTA non sappiamo nulla, non vengono spinte, non si usa il loro nome come un valore aggiunto al brand per vendere.
Secondo voi perché da un lato abbiamo l'estremo di Nier: un trailer solo coi nomi di direttore, creatore personaggi, game desinger e musicista; mentre all'altro un esercito di anonimi talentuosi?

Grazie dello spazio concessomi e alla porssima


7
La posta del cuore di Simone / Sliding Doors
« il: Aprile 09, 2015, 05:38:12 pm »
Ciao ragazzuoli di Friiplein,
vi siete mai chiesti come sarebbe la vostra vita se voi non foste mai stati appassionati di videogiochi? Se ci fosse stato qualcos'altro al suo posto e passato in modo diverso tutto quel tempo davanti ad uno schermo?
Io mi immagino Bruno che fa le imitazioni dell'hipster a Colorado (alzando quindi il livello del programma); Simone continua a fare il DJ e cerca di entrare a Uomini e Donne come Tronista; Davide è diventato bidello a Quarto Oggiaro; Mirco si è trasferito negli Usa a fare il fumettista.
Ciao alla prossima.

https://www.youtube.com/watch?v=r-cPd9lOl-0

8
La posta del cuore di Simone / A tale that wasn't right
« il: Aprile 02, 2015, 02:13:40 pm »
Ciao amici di friiiiiiiiiiplei
questa volta voglio farvi una domanda semplice: vi è mai capitato un gioco con forte componente narrativa dove, dopo ottime premesse iniziali che ti fanno pensare a possibili risvolti interessanti, la storia prende una piega di banalità totale?
Faccio un esempio con SPOILER Persona 3: parte con questa "ora oscura", uno sfasamento temporale in cui le persone sono "bloccate" transformate in bare, l'elettricità non funziona, dei mostri chiamati banalmente Ombre infestano la città a partire dal liceo. Durante tale intervallo, prima che il tempo torni a scorrere normalmente sono persone con poteri esp riescono a muoversi. Mentre all'inizio i personaggi si domandano il perché di questo tempo che esiste in un intervallo di tempo solo per i portatori di Persona (fa molto Jojo non trovi Bruno? ) e verso la fine senza motivo le Ombre e il boss finale arrivano anche nel tempo normale.
Grazie di dedicarmi sempre un pò di spazio e ciao alla prossima.

9
Ciao amici di Friiiiiiiiiiplei
che fa rima con siete tutti ultragay  :P
Una recente discussione su FB riguardo a Steam Machine e Steam OS mi ha portato un'amara riflessione che vorrei condividere.

Un nintendaro, sonaro o botolaro è felice all'annuncio di una nuova console perché potrà avere seguiti o nuove versioni dei suoi giochi preferiti con miglioramenti prima tecnicamente impossibili, Zelda Open World ad esempio, ed ha la certezza che usciranno nuove IP tanto interessanti per poi magari ignorarle, Wonderful 101 docet, che i servizi online miglioreranno, ecc.

Per contro un fanboy PC è felice perché:
-Steam Machine sconfiggerà le console e si sostituirà ad esse.
-Steam OS sconfiggerà Windows e le Direct X e le masse adotteranno Linux
-Steam Machine rilancerà le vendite di Pc assemblati, abbandonati da una massa che li usava solo per Facebook e adesso per Facebook usa tablet o smartphone. Renderà l'uso di partizioni per sistemi operativi multipli e streaming dal Pc ninja della cameretta alla Steam Machine del salotto una cosa banale come la lavatrice.
-Steam Social sconfiggerà Facebook, Ask, Vkontacke, Myspace, PSNchat e MiiVerse
Questo meschino senso di rivalsa mi fa tanto complesso d'inferiorità.

Voi che ne pensate?

P.S vi propongo un gioco: immaginate di essere un fanboy Steam che lavora come commesso al Media world e tentate di convertire al vostro credo un cliente.
Che argomenti usereste contando che una Steam Machien costa il doppio di una PS4?

10
Ciao ragazzuoli,
visto la merda che sta, giustamente, piovendo addosso a Pietro Mulinello vorrei porre una riflessione.
Magic Carpet uscito nel 1995 cioè 20 anni fa, prometteva di essere un multiplayer on line con mondo persistente, invece si rivelò un mediocre clone di Panzer Dragoon graficamente brutto. Lessi anche che era colpa del Sega Saturn, che non aveva la potenza di calcolo necessaria a gestire le promesse mantenute sul PC... Avessi conosciuto un PC-ista all'epoca che me lo confermasse!
Dieci anni dopo, quando esce Fable, è finalmente diventato possibile per la massa di acquirenti scambiarsi opinioni su internet.
Questo ha costretto i siti che copia\incollano comunicati stampa ad ammettere che non c'è tutto quello che avrebbe dovuto esserci ed ha spinto ad aprire il portafogli. Si crogifigge un menzognero, mentre chi recensisce e si dimentica delle news che riportava fino alla settimana prima è innocente?
Perché non si critica chi riporta acriticamente delle sparate da PR giustificandole con un glorioso passato che palesemente non conosce se non per qualche ricerca su internet?
Se molti scribacchini intervistandolo gli avesser fatto notare "vola basso che mi ricordo le tue sparate dai tempi di Bullfrog!" non pensate si sarebbe posto in maniera diversa?

Secondo voi ci sono altri personaggi oltre al Mulinello che godono di stima immeritata da parte dei siti?
Io ci metto Suda 51: capace di creare singole scene molto d'effetto ma non una narrazzione completa allo stesso livello, il tutto condito con gameplay deboli.
Grazie dello spazio concessomi e alla prossima!

11
La posta del cuore di Simone / #FORUM: Ki paka la Ka$ta della Cente?
« il: Novembre 04, 2014, 12:40:36 am »
Ciao ragazzuoli di Friiplein,
(Simone puoi leggere questa mail con tono di enfasi e furore? )
Da kuakke ciorno è ussito Legiend of Korrrrrrra, nuofa fatica dei Platinum.
Su Steam di "Santo Gabbe Insegna agli Angeli a Fare Gli Sconti" ci sono tantissime recensioni scrite dala Cente.
Se le scrive la Cente devono essere attendibili che la Cente i gioki li paka e non come i ciornalisti pakati dala Ka$ta dei Pabbliscier.
Se le scrive la Cente sicuramente avranno preso il tempo necessario per finire il gioco e sviscerare ogni aspetto, non come su Spazioplayer che se lo schiavo sottopagato consegna in ritardo Tagliaferri lo licenzia a colpi di lupara in faccia.
Infece kosa trovo? Su un gioco stimato da completare in 4 ore recensioni scritte dopo mediamente 2 ore! La Cente non finisce i gioki ke kompra?
Per non parlare della superficialità con cui afforontano una recensione!
Ma sela Cente non è afidabbile nelle recensioni scritte per la Cente, sono ancora Cente?
E se la Cente non si può fidare della Cente di ki si può fidare per sapere come spendere i soldi onestamente guadagna?
(Ok Simone puoi leggere normlamente).

Accertato che la Cente critica tanto chi lavora ma poi non sa neanche scrivere qual è senza accento ma è ancora meno affidabile, parto con le domande:
1)sulla rece di  Multiplayer (vai Tagliaferri, luparizzali!! ), ma anche in altri siti danno la colpa alla storia deludente ai Platinum, con l'attenuante che in Giappone Korra è sconosciuto, mentre in realtà il colpevole è cito dalle news di Multiplayer....
Tim Hedrick, sceneggiatore della serie televisiva ( http://www.imdb.com/name/nm0373388/ )
Davidone e Mircotto ma è tanto difficile per uno sceneggiatore televisivo afforntate la scrittura di un gioco? Quali sono le difficoltà più banali a cui va incontro? Sopratutto nell'impostazione americana che non è un crescendo come Dragonball (molto adatto ad un vieogioco) ma si concentra nel creare una "nemesi" come Joker per Batman?

2)E' vero che in Usa si punta più sulla nemesi ben caratterizzata che sull'escalation di potere del cattivo però, sbaglio io o i Marvel Studios per i film stanno seguendo la via del potenziamento? Cioè si è partiti con Iron Man che si scontra con un'altra armatura per arrivare a Thanos e le gemme dell'infinito.
Il fatto di potenziare sempre più non porta all'effetto Superman, con personaggi così forti che non si sa più come metterli in difficoltà e si rischia di cadere nel ridicolo?

3)alla fine della fiera il combat system con 4 stili alternabili è bello solido (vedi video) . Gli stagisti di Platinum sono meglio dei professionisti di Santa Monica, Visceral e Ninja Theory! Secondo voi nel 2014 un genere come gli stylish dove il gioco diventa più bello in proporzione alla bravura del giocatore nel realizzare e variare combo quanto mercato può avere? E quali sono gli altri generi a rischio?


Grazie per lo spazio che mi concedete quando vi scrivo e per le vostre risposte,
Federico "Fleym" Rosa

12
La posta del cuore di Simone / Domande per il fumettista #FORUM
« il: Ottobre 06, 2014, 12:11:11 am »
Ciao ragazzuoli di Friiiiplein ma sopratutto ciao Mirko,
oggi ho delle domande per te:
1)posso capire il Punitore Negro, Thor Donna, ma almeno tu che lavori per la Marvel puoi spiegarmi la MOTO di Spiderman? Certo, quando finisce la ragnatela per volare tra i palazzi può  sfrecciare velocissimo nel traffico...
Ma come vengono prese queste decisioni?
Nel futuro cosa ci sarà, il deltaplano di Hulk?
2)Secondo te i fumettisti orientali sono umani? Ok, Andy Seto o Tony Wong avranno anche  15 assistenti ma realizzare ogni settimana TRE serie a colori da TRENTA pagine l'uno com'è possibile curando soggetto, storyboard, matite, copertina (disegno, inchiostrazione, colori e CGI) e character desing? E già che ci siamo, fare da amministratore delegato della propria casa editrice...
E il tutto ha dei livelli tecnici ALTISSIMI!
Ho scoperto questi autori anni fa grazie alla Ediperiodici e poi seguendo le scans ho visto i loro mostruosi ritmi di lavoro.

http://en.wikipedia.org/wiki/Wong_Yuk-long
http://en.wikipedia.org/wiki/Andy_Seto



13
La posta del cuore di Simone / Ma quanto valgono canzoni e film? #FORUM
« il: Ottobre 05, 2014, 11:49:46 pm »
Ragazzuoli di Friiiiiiiiiplein come state?
Da qualche settimana seguo dei siti, vvvid.it e popcorntv.it che offrono in streaming un ventalgio di serie tv, film e anime in italiano, gratuitamente e legalmente.
Vi consiglio se ancora non la avete vista Gundam 0083, una serie bellissima, animata benissimo con dei Gundam fighissimi, disegnati tutti a mano con amore.
La mia domanda è questa:
quanto poco vale una canzone, un film o una serie televisiva, sia essa con attori o disegnata se dopo poco dall'uscita è disponibile gratuitamente per la visione?
L'unico pagamento è uno spot ogni tanto, spesso prima dell'episodio.
Di Spotify si sa che i musicisti non guadagnano niente, tanto vale per gli emergenti mettersi a fare video su Youtube e mettere il link di Patreon.
Posso capire che Delta Force nonostante i calci rotanti di Chuck Norris oggi valga zero, ma serie recenti come l'Attacco dei Giganti dovrebbero avere almeno un minimo di mercato.
E probabile un futuro dove ci saranno anche i giochi gratuiti, dove GOG si accontenta di un pò di pubblicità per darci The Witcher 4 e Steam solo con le pubblicità sul sito sconta del 80% Fifa '16?
Ciao e grazie per le puntate divertenti.

14
Ciao ragazzuoli di Friiiiiiplein,
Volevo chiedere a voi che siete le gggente cosa ne pensate della svolta gentista dei grandi siti come Multiplayer o IGN.
Il primo ha cominciato nei podcast a dare spazio alle opinioni personali sul giocato che diverge spesso pesantemente dalla recensione ufficiale... peccato che sia spesso un "quello che ha scritto il redattore è Vero Verbo ed io sono un coglione a pensarla diversamente"
Mentre su IGN in relazione a Watch Dogs è partito sul forum la domanda direttamente alla gente: solo il 4% condivide la recensione in ogni punto. Il restante 96% è equamente suddiviso tra chi vuole Ualone morto, tutta la redazione morta e "consigliato da un amico ho usato quei 70 euro per farmi scavare le emorroidi da 16 camionisti rumeni, mi sono divertito di più restando più etero dei gusti musicali di Davide".
Tra l'altro tutte queste amissioni che i capolavori più pubblicizzati "forse" tali non sono arriva solo alla fine della finestra di lancio.
Personalmente penso sia un modo un pò ipocrita per arrufianarsi quei lettori che sono rimasti scottati del gioco della vita che si rivela un prodotto medio.

A questo vorrei aggiungere un'altra riflessione: la rivista GQ ha da poco assunto un mio concittadino, "Nebo", per scrivere in modo ironico delle notizie di cronaca. La prima riguarda la storia della pornodiva aggredita dal fidanzato lottatore. Una femminista si è sentita offesa nell'intimo e tutti i suoi follower di Youtube hanno richiesto la testa di Nebo che la redazione ho prontamente licenziato con assieme alle scuse del redattore e rimozione dell'articolo.
In pratica un giornalista è responsabile di quel che scrive, chi pubblica no, mentre le redazioni si cagano in mano per meno di 100 haters.
Ma ve l'immaginate Pierpaolo Greco, Maderna o Nabacchodonosor che viene licenziato, disconosciuto dai genitori, e crocifisso in sala mensa dopo che uno Youtuber da 1000 follower ho sbroccato?

Vi ringrazio per l'attenzione e il divertimento di ascoltarvi mentre vado al lavoro
Federico "Fleym" Rosa

http://prontoallaresa.blogspot.it/2014/08/di-come-gq-magazine-si-sia-calata-le.html

15
La posta del cuore di Simone / [FORUM] Beata ignorantitudine
« il: Luglio 15, 2014, 12:24:27 pm »
Ciao ragazzuoli di Friiiplein! :)
Questa settimana doppia dose delle mie mail!
Vi è mai capitato di appassionarvi ad un gioco, film, libro che vi desse l'impressione di essere monco o tronco, di informarvi sui retroscena, preferire l'incompletezza e l'ignoranza a ciò che avete scoperto?
Faccio un esempio: il bellissimo -per disegni di Shingo Araki- 5° lungometraggio dei Cavalieri dello Zodiaco, "le Porte del Paradis" o "Tenkai Hen", primo di una trilogia mai realizzata si interrompe con Pegasus contro Apollo...
Pegasus lo sconfigge ma nel farlo uccide Athena, sconvolto perde la memoria e comincia a girare per l'Elisio ad ammazzare divinità fino a trovare Urano. Qui si scopre che anni prima si era reincarnato in Alman di Thule, il vecchio che ha adottato Lady Isabel, spedito i cento orfani in giro per il mondo a diventare Cavalieri... E che è il padre biologico di tutti i Cavalieri dello Zodiaco.

Domanda a parte per Mirco.
Come e quanto viene pianificata la storia di un fumetto? Sopratutto in quelli pieni di misteri che si intersecano?
Non dirmi che è la norma aggiungere misteri in corso d'opera e poi si spera di tirare fuori un'idea decente.
Neanche che Lost e Evangelion sono la norma lasciandosi sempre una scappatoia del tipo "Shinji s'è sognato tutto" o "è una metafora metafisica sul limbo"

Un ringraziamento per le risate ascoltandovi mentre vado al lavoro e alla prossima.

Pagine: [1] 2